Mantenere i piedi in buona salute: che scarpe scegliere?

1280 154961255 many shoes

 

No alle ballerine

Contrariamente all’immaginario comune, per mantenere i piedi in buona salute, è meglio evitare di indossare le calzature piatte, senza alcun tacco. Le ballerine i sandali super flat sono dannosi non solo per il piede, ma anche per la schiena
Ndr: oltretutto le ballerine sono spesso poco valorizzanti per la donna comune, a voler essere oneste con noi stesse.

Evitare le zeppe

Le zeppe ci sembrano comode grazie alla maggiore stabilità che danno rispetto ai tacchi ma la suola rigida altera la compressione plantare esercitata sui vasi sanguigni mentre camminiamo, quindi peggiorano la circolazione.

Tacco giusto

L’altezza del tacco consigliata per mantenere i piedi in buona salute varia da 3cm a 5 cm: permette di mantenere una postura corretta e favorisce la circolazione

Attenzione alla pianta del piede

Controlla sempre che la forma del plantare interno sia adeguata alla forma del tuo piede. Un piede a pianta larga non può essere costretto in una deliziosa calzatura a punta a pianta stretta: le dita devono sempre potersi muovere.

La pianta del piede è importantissima per la circolazione, ha una fitta rete di vene che, quando camminiamo, vengono compresse ed evitano il ristagno dei liquidi nelle estremità.
Ecco perchè è importante indossare scarpe adeguate alla forma della nostra pianta del piede.

Tacchi alti con comfort

Quando decidi di indossare i tacchi alti (non vanno demonizzati, solo usati con la giusta frequenza e atteznione), prendi alcune precauzioni che aiutano il benessere del piede:

inserisci i cuscinetti in gel sulla pianta del piede;
prima di indossare i tacchi fai esercizi di stretching per allungare il muscolo del
polpaccio: cammina a piedi nudi sul tallone per qualche minuto.

Il consiglio in più

Con il passare del tempo i piedi diventano ancora più sensibili ed è ancora più importante averne cura.

Per mantenerli in salute prendi l’abitudine di fare esercizi:

ruota i piedi a destra e sinistra (favorisce la mobilità); 10 rotazioni a destra e 10 a sinistra;
porta la punta in estensione (a ballerina) e in flessione per 10 volte;
in casa, al mare o in giardino cammina a piedi scalzi;
quando fai la doccia alterna getti di acqua calda e fredda sulla caviglia e sul tallone per stimolare la circolazione;
se i piedi si gonfiano fai un bel pediluvio in acqua (meglio fredda o tiepida) in cui avrai sciolto del sale grosso. Termina il pediluvio con un massaggio: scegli una crema neutra o olio di mandorle e aggiungi qualche goccia di o.e. di lavanda per migliorare la circolazione e rilassare tutto il corpo.

 

fonte: ambracaramatti.com